Bitcoin è in crescita, ma gli analisti differiscono sul fatto

Bitcoin è in crescita, ma gli analisti differiscono sul fatto che l’asset abbia un futuro legittimo

Bitcoin sta facendo estremamente bene di recente. La valuta ha recentemente raggiunto i 56.000 dollari per unità, e la valuta digitale numero uno al mondo sta ora godendo di un market cap totale che supera i 1.000 miliardi di dollari. L’asset è stato su un serio slancio, e non sembra che le cose siano destinate a morire presto.

Bitcoin è visto in modo diverso da tutti

Ma l’asset non è visto in modo positivo da tutti. Infatti, Eric Rosengren – presidente della Federal Reserve Bank di Boston – è convinto che le cose siano solo temporanee, e che il boom del Bitcoin Pro a cui stiamo assistendo in questo momento non durerà ancora per molto. In una recente intervista, afferma:

Personalmente, sono stato sorpreso che il bitcoin abbia continuato a prosperare.

Uno dei grandi problemi che ha con il bitcoin è che non vede alcun uso a lungo termine nel futuro. È convinto che mentre c’è spazio per le valute digitali, crede che molte banche alla fine emetteranno i loro beni digitali centralizzati. Questo, secondo lui, metterà fuori gioco il bitcoin, e sarà sostituito da valute virtuali emesse dalle banche.

Egli commenta:

Sospetto, lungo la strada, che un certo numero di banche centrali avranno una valuta digitale. Quando c’è una valuta digitale disponibile, a parte l’economia sotterranea, non è chiaro perché la gente dovrebbe usare bitcoin. Mi aspetterei, nel tempo, che i prezzi dei bitcoin siano sotto pressione.

Dice che ci sono già numerosi paesi – come la Cina e la Svezia – che sono ora pesantemente impegnati in sistemi centralizzati di valuta digitale per i residenti, e lui è stato incaricato di esaminare le possibilità di un bene virtuale nazionale per gli Stati Uniti.

Inoltre, egli nota che alcuni sistemi bancari più piccoli – come quelli delle Bahamas – hanno anche sperimentato l’idea di valute digitali centralizzate, come il Sand Dollar che è stato rilasciato l’anno scorso. È fiducioso che contribuiranno a spingere il bitcoin da parte, e la valuta digitale numero uno al mondo potrebbe essere dimenticata con il tempo.

Ma mentre questa è certamente una possibilità, è difficile da credere per il momento considerando quanta attenzione sta ricevendo il bitcoin negli ultimi mesi. Recentemente, aziende da un miliardo di dollari come la General Motors hanno detto che stanno esaminando le possibilità di consentire i pagamenti BTC per beni e servizi in futuro, e la valuta ha sperimentato un rally vicino al 100% dall’inizio dell’anno.

L’asset è ancora in crescita

Figure come Sergey Nazarov – co-fondatore e CEO di Chainlink Labs – stanno pesando e dicendo:

In questo momento, alle aziende di tutto il mondo viene chiesto di giustificare perché non hanno alcuna esposizione a quello che è uno degli asset con le migliori prestazioni dell’ultimo decennio. I media, i ricercatori e il grande pubblico hanno davvero iniziato a capire le implicazioni a lungo termine del caso d’uso del bitcoin come riserva di valore.